Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Faenza in Eccellenza

Il Faenza batte al Bruno Neri 2 a 0 il Santa Maria e vede con merito  l'Eccellenza .
Gara senza sbavature della compagine di Alberto Fiorentini che pronta fresca e tonica ha la meglio sul Codifiume e  si fa trovare pronta sul proprio campo ,battendo un Santa Maria forse leggermente stanco e sulle gambe che non riesce a bissare la grande prestazione della semifinale col San Patrizio.
La gara si decide nella prima frazione e dura in effetti solo un tempo determinata per assoluto dovere di cronaca da una direzione di gara alquanto grottesca , bizzarra e francamente inadeguata per una finale cosi importante dove anche il direttore deve essere tra i migliori....
La squadra di Fiorentini va con merito verso l' Eccellenza in una gara in cui prende subito malgrado la chance del doppio risultato utile ,le redini, e qui vince la gara con l approccio giusto.La difesa non cede un passo il centrocampo e 'in palla :Casadio  Melandri, Savioni ed Errani molto attivi  dettano le trame e davanti Bali e Negrini oggi veloci e velenosi mettono in continua criticita'la difesa rossoblu'.
Il Faenza gioca come Fiorentini predilige grande possesso e circolazione per vie esterne e veloci ripartenze per il duo di attacco che oggi non fa nemmeno rimpiangere la pesante assenza di Nicolini.  
Al 14 Bali che gia dai primi minuti era una spina nel fianco dei leoni di Rambaldi ,sulla tre quarti dribbla avanza e lascia partire un fendente di collo esterno destro che si infila all'incrocio battendo imparabilmente Anselmi .Un gol da fuoriclasse che spiana la strada al Faenza.
Gli ospiti reagiscono e al 24 capitan Saugo  che comprende la situazione e insieme a Veretko guida la riscossa,sebbene i reparti di Rambaldi oggi non appaiano coesi come al solito,  subisce in area un fallo che appare netto penalty ma il Direttore di Gara sorvola  e lo ammonisce per proteste che appaiono molto urbane peraltro  con la fascia al braccio. Passano due minuti appena  e per uno scontro a centrocampo il Direttore di Gara sanziona ancora Saugo per un gomito alto  spedendolo negli spogliatoti. La gara finisce qui per il Santa Maria che privo del suo capitano e del suo motore destro inizia a traballare.
Ne approfitta il Faenza che continua a macinare gioco e al 37 mette la partita in ghiaccio. Dalla distanza Errani fionda una punizione saetta che piega le mani ad Anselmi e sulla ribattuta Negrini di rapina come un falco batte tutti sul tempo e insacca il due a zero.La partita e finita : nel secondo tempo si attende il disperato ritorno del Santa Maria che con due gol dovrebbe portare il faenza ai supplementari. Ma i ragazzi di Rambaldi sono  comprensibilmente scossi e la reazione è scomposta ed inefficace. Il Faenza si limita a controllare la gestione del doppio  vantaggio ripartendo veloce. Su uno scatto mortifero  di Negrini Zanca interviene deciso e il direttore inizia a decapitare gli ospiti.un rosso diretto apparso inopportuno ed esagerato  a tutti. Poi festival dei rossi nel giro di venti minuti e  il Codifiume rimane in sette. IL Direttore di gara fantastuco toreador scambia il Bruno Neri oggi esaurito per una plaza de toros e vede rosso a piu non posso .Dopo Zanca l arbitro espelle Attolico ed Ingardi direttamente per probabili frasi irriguardose e proteste. Si termina così il campionato  in modo un po diciamo  inusuale. In campo  Polizia e Carabinieri per tutelare il Direttore di gara ma nn c è bisogno .la sportività del Santa Maria e nel comportamento del suo tecnico che porta via i giocatori e fino all ultimo secondo li guida dalla panchina.
 Onore al grande Faenza che torna nel calcio che gli compete e onore  al Santa Maria Codifiume  per lo straordinario campionato ed il meritato terzo posto del podio.


 Gianfilippo Rossi

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/05/2016
Tempo esecuzione pagina: 0,56222 secondi